Di solite storie e storytelling

Non so voi, ma a me risulta difficile trovare materiali sullo storytelling che non siano pura fuffa. O meglio: che non sia sempre la solita storia, se mi si permette il gioco di parole. Poi girovagando su quello scrigno di tesori che è TED trovo due video che mi hanno commosso, divertito e insegnato tante cose. Parlano di storie e fanno proprio quello che le buone storie dovrebbero fare: appunto divertono, commuovono e insegnano qualcosa.

Il primo è di Chimamanda Ngozi Adichie, scrittrice nigeriana che ho scoperto anni fa grazie a Ibisco viola, pubblicato da Fusi Orari, la casa editrice di Internazionale (poi edito anche da Einaudi, ma la copertina più bella è quella del primo editore…ehm si, sono una feticista delle copertine). Chimamanda Ngozi Adichie nella TED racconta attraverso la sua storia di lettrice e scrittrice bambina cosa significa crescere dentro un’unica narrazione, dentro un immaginario collettivo costruito su degli stereotipi dominanti.

Nel secondo video a parlare è Andrew Stanton, sceneggiatore di Wall.e e di altri film di animazione della Pixar. Anche lui parte dalla sua esperienza personale per raccontare quali sono le caratteristiche di una buona storia, una storia che riesce a coinvolgerti, a meravigliarti, a portarti dove vuole lei.

Leave a Reply